Spingersi dopo Schilpario, in Val di Scalve fin dove è possibile in località Fondi. Si comincia a salire gradualmente in mezzo al bosco, lungo la strada per il Passo del Vivione, tagliandola per radure e spazi in direzione Est. Si passa, lasciando sulla sinistra, il Rifugio Cimon della Bagozza. Si continua fino ad uscire dal bosco in terreno aperto. Ci si trova qui in un ampia conca, davanti il Monte Campione e il Campiocino, si piega a sinistra, verso nord, innalzandosi decisamente sul versante del pendio con ampie svolte - prestare attenzione nel caso di forte innevamento. Si arriva così a raggiungere l’ampia sella, 1920 m. passo Vallusella-Glaiola, ora il percorso diventa evidente. Si piega a destra seguendo prima la larga dorsale poi tutta la cresta fino alla esile cima. Monte Gardena 2117 m. Difficoltà: MS La discesa per il percorso di salita. Sono possibili numerose varianti, tra le più belle il ripido canale orientato a nord-est in direzione del passo Giovetto. Solo con neve ben assestata. Nel ritorno è meritevole una sosta al Rifugio Cimon della Bagozza, normalmente sempre aperto.


1: Monte Gardena - SA - LO
Ver detalle
2: Rifugio Cimon della Bagozza CAI
Ver detalle
3: Monte Gardena
Ver detalle


Lugares de interés (POIs) del Mapa

1: Monte Gardena - SA - LO


Más sobre Monte Gardena - SA - LO

2: Rifugio Cimon della Bagozza CAI


Más sobre Rifugio Cimon della Bagozza CAI

3: Monte Gardena


Más sobre Monte Gardena

Comentarios

comments powered by Disqus